Comunicato Mostra SASMIL 1992

Milano, 21 maggio 1992
MOSTRA “LA PRODUZIONE DEL MOBILE:MATERIALI, TECNOLOGIE E NORMATIVE” SASMIL 1992

COMUNICATO STAMPA

L’UEA (Union Européenne de l’Ameublement) sarà presente al SASMIL (Salone Internazionale degli Accessori e dei Semilavorati per la fabbricazione e forniture dei Mobili, degli Imbottiti e dei manufatti di Legno in genere) che, insieme con INTERBIMALL (Esposizione Internazionale Macchine e Accessori per la lavorazione del Legno) si terrà dal 21 al 26 maggio prossimi alla Fiera di Milano (padiglione 26), con la mostra dedicata a “La produzione del mobile: materiali, tecnologie e normative”.

L’interesse suscitato dalla passata edizione della mostra sia tra i visitatori del Salon International de l’Architecture allo Spazio Ansaldo, che nella stampa e negli ambienti universitari (la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano sta preparando un programma sperimentale di insegnamento sul “nostro” tema), ci ha indotto a proporne l’itineranza presso manifestazioni fieristiche direttamente rivolte agli operatori del mobile. Il SASMIL, riconoscendone l’efficacia informativa e il contributo alla professionalizzazione del settore, ha chiesto di poter ospitare 11 padiglione, offrendo uno spazio adeguato.

Con questa mostra l’UEA intende:

  1. proporre agli architetti e agli arredatori di avviare un dialogo più ampio e istituzionalizzato sull’area di problemi che fanno da cerniera tra architettura e arredamento, che prenda avvio dal mobile come oggetto progettato e fabbricato. Il mobile è elemento protagonista della casa e degli spazi collettivi e contribuisce alla qualità della vita di chi abita o lavora in uno spazio progettato quanto e, talvolta, ancor più dell’edificio che lo contiene e della città che contiene l’edificio.Pur essendo consapevoli che la soglia di demarcazione tra spazio interno e architettura è labile, e complessa ne è la sua definizione, auspichiamo che questa nostra proposta sia raccolta da università e organizzazioni professionali.
  2. dichiarare all’industria del mobile che è maturo il tempo per portare (o riportare) l’attenzione sui materiali e le tecnologie.Marketing, comunicazione e, relativamente in pochi casi, ricerca e sviluppo di nuovi prodotti hanno opportunamente ricevuto crescente attenzione dalle imprese del nostro settore. Non altrettanta attenzione ed energie sono state dedicate alla ricerca applicata allo sviluppo di nuovi materiali e nuove tecniche di processo; tra l’altro, se pensiamo ai materiali diversi dal legno, l’industria del mobile ha chiesto poco, e pochi stimoli ha offerto, alle grandi aziende chimiche produttrici delle materie prime e semilavorati di sintesi, ferme ancora, salvo rare eccezioni, alle materie plastiche, rigide e flessibili, degli Anni ’60.
  3. sottolineare il ruolo delle normative nella promozione della qualità.Le normative tecniche europee (Direttive CEE, norme CEN, certificazione), la concorrenza, sempre più severa man mano
 che si realizza il Mercato Europeo Unificato, la constatazione che soltanto il costo dei materiali è la parte variabile del costo dei prodotti, devono indurre le nostre imprese a puntare, oggi, anche sull’innovazione tecnologica.

SASMIL, Fiera di Milano. Padiglione 26, dal 21 al 26 maggio 1992.