Mostra Salon Architecture Ansaldo 1991

MOSTRA “LA PRODUZIONE DEL MOBILE: MATERIALI, TECNOLOGIE E NORMATIVE”
ANSALDO, SALON INTERNAZIONAL DE L’ARCHITECTURE, 1991

Descrizione del percorso espositivo

La mostra è collocata in uno spazio rettangolare di 8m x 20m ed occupa una superficie complessiva di 160mq. Sulle pareti esterne del padiglione, a costituire una sorta di prologo, oltre alle indicazioni che consentono l’identificazione del padiglione (UEA, titolo della mostra), correranno scritte e “citazioni” attinenti al tema del “rapporto fra architettura ed arredo”, sovrapposte o “inserite” in alcuni oggetti emblematici serigrafati “fuori scala” sulle pareti.

Lo, spazio interno, suddiviso sulla diagonale in tre aree distinte, conterrà le tre sezioni della mostra (1, Introduzione; 2, I materiali; 3, Tecnologia/Progetto/ Qualità: i processi e le normative).

la sezione: INTRODUZIONE AI TEMI DELLA MOSTRA

In quest’area, che taglia diagonalmente il padiglione (una sorta di grande corridoio) e crea l’accesso alle altre due sezioni, poste ciascuna su un lato del corridoio, il pubblico troverà la presentazione dell’UEA e le informazioni di carattere generale sul tema della mostra.

Troverà posto anche una “campionatura” di tutti i materiali utilizzati nella produzione di mobili.

2a sezione: I MATERIALI Lo spazio sarà idealmente suddiviso in tre aree, in ciascuna delle quali verrà presentata una delle “famiglie” prese in considerazione (Il legno e i suoi derivati; Le plastiche; I derivati metallici).

Le immagini proiettate per mezzo di diapositive sulle pareti, saranno collegate a video sui quali correrà il testo di riferimento.

3a sezione: TECNOLOGIA/PROGETTO/QUALITÀ: processi e normative

In uno spazio semi-circolare, nel quale saranno collocati 10 video a creare un percorso continuo, il visitatore verrà condotto attraverso il tema dell’ultima sezione.

Interviste con designers e produttori sui temi della ricerca di nuove tecnologie, spiegheranno l’odierno rapporto fra tecnologia e progetto ed il concetto di qualità totale; successivamente verranno illustrate le tecnologie messe a punto per la certificazione, e si concluderà spiegando le normative e la loro influenza sulla produzione e sul progetto.

Quest’ultima parte del discorso verrà illustrata per mezzo di un mimo che interagisce con alcuni oggetti, i cui movimenti verranno “ridisegnati”, sottolineati o evidenziati per mezzo di elaborazioni grafiche computerizzate, in funzione della norma (ergonomica, di sicurezza, ecc.) presentata.

Sulla parete troveranno posto anche tasti, immagini e grafici, ad integrare l’informazione a mezzo video.