MANIFESTO ICSID sulla Tutela del Design

EN
IT

ll Congresso biennale dell’lCSlD si tenne, nel 1992, a Ljubljana. Secondo la prassi, era articolato in molti argomenti, a ciascuno dei quali un gruppo di lavoro dedicava mezza giornata per scambi di idee ed approfondimenti.

Alla Tutela del Design fu dedicata, Martedì 19 Maggio, una Sessione Speciale (programma allegato): la Commissione di quella che allora era la Comunità
Europea aveva, alcune settimane prima, attivato le consultazioni per addivenire alla stesura del Libro Bianco che sarebbe stato fatto circolare tra i Paesi Membri per raccogliere le opinioni sulla bozza predisposta dai due giuristi incaricati: Bernard Posner, danese e Vincenzo Scordamaglia, italiano.

Il lavoro si sarebbe concluso dopo sei anni, dando luogo, il 28 Ottobre 1998, alla “Directive 98 / 71 /CE of the European Parliament and of the Council of 13 October 1998 on the Legal Protection of Design”.

Ero stato inviato da Geoffrey Adams, giurista inglese, esperto legale della British Chartered Society of Designers, nonché dell’lCSlD e del WIPO, nel mio ruolo di presidente del Comitato incaricato dall’A.I.M, Association des Industries de Marque, per trasferire l’opinione di quella parte dell’industria europea operante nei settori in cui i valori del design costituivano vantaggio competitivo: dunque interessata a proteggerlo.

Significativa la presenza di Bernard Posner, interessato, mi diceva, soprattutto ad ascoltare gli interventi degli esponenti degli esperti USA, Giappone, Slovenia.

Al termine della Sessione si decise di emettere un documento ufficiale, il MANIFESTO, alla cui stesura detti il mio contributo.

Rodrigo Rodriquez