2014-Corriere del Mezzogiorno

14 marzo 2014 – CORRIERE DEL MEZZOGIORNO
“Guardo con interesse all’autoproduzione e ai giovani”
Intervista a Rodrigo Rodriquez

Il designer «Material Connexion è una delle novità»

Rodrigo Rodriques, romano, classe ’37, ha una storia che parte da lontano. La sua entra nel vivo con Cassina, dal 1973 al 1991, e da qui è nata la collezione dei Maestri affidata all’architetto napoletano Filippo Alison, una scommessa che oggi è la storia del design. Ma il suo curriculum è pieno di innumerevoli esperienze che lo vedono ancora protagonista come vicepresidente di Flos, chairman di Forza Projects Ltd; vicepresidente dell’associazione Italiana politiche industriali; membro del collegio dei probiviri di Confindustria; consigliere di amministrazione della Fondazione Cosmit; presidente onorario dell’ Union Européenne de l’Ameublement; presidente della commissione affari sociali della Uea; membro del consiglio di amministrazione di Fondazione Adi. Ma la sua ultima scommessa imprenditoriale è Material ConneXion della quale e il presidente della divisione Italiana. E’ il più grande centro di ricerca e consulenza sui materiali e processi produttivi innovativi e sostenibili con sedi a New York, Bangkok, Beijing, Cologne, Daegu, Istanbul, Milano, Seoul, Shanghai, Skovde e Tokyo Consiste di oltre 7.000 materiali e processi produttivi innovativi e sostenibili provenienti da tutto il mondo.

La Materials Library si arricchisce ogni mese di circa 50 nuovi prodotti o tecnologie, selezionati da una giuria di esperti internazionale e interdisciplinare. Nell’archivio dei materiali si possono reperire tutte le informazioni tecniche e commerciali su materiali e processi produttivi suddivisi in diverse categorie: polimeri, ceramici, vetri, metalli, cementi, naturali e derivati, materiali a basi di carbonio. Rodrigo Rodriquez ha un piglio severo, austero ma una gentilezza e un garbo di altri tempi. Apparentemente schivo è invece pronto a condividere pezzi della sua storia anche partecipando ad incontri con giovani talenti. Tra i suoi impegni in agenda, prossimamente c’è un incontro con designer autoproduttori italiani e internazionali che si terrà a Bolzano, in fiera, il 15 marzo 2014 nell’ambito dell’evento designer to consumer. Proprio per la sua sensibilità per questo tema gli abbiamo chiesto una riflessione: «Se mi metto dei panni di un designer che vuole direttamente produrre la propria idea devo fare delle banali considerazioni – dice – so quale è il segmento di mercato a cui il mio prodotto può rivolgersi? posso riuscire a raggiungerlo personalmente il mio target con l’aiuto di negozianti, del web e con le fiere per fare anche qualche test? E’ da queste risposte che devo partire per valutare se sono pronto ad affrontare la sfida dell’autoproduzione. Fatta questa scelta, poi se ne faranno delle altre ma è da qui che bisogna cominciare. E’ un suggerimento che può apparire banale, pagano e un po’ laico ma questo è ciò che mi sento di dire ai designer che vogliono diventare autoproduttori». Tra i tanti ruoli istituzionali, rappresentativi ed imprenditoriali che ricopre, abbiamo chiesto a Rodrigo Rodriquez se ce ne è qualcuno con il quale può essere vicino al mondo degli autoproduttori: «Certamente, penso a Material ConneXion della quale in Italia sono il presidente, anche se interessato, ma con un pizzico di generosità invito i progettisti autoproduttori a prendere contatto».

Angelo Soldani 

(scrivi@progettaeautoproduci.it)

10 marzo 2014

Collegamento al sito Corriere del Mezzogiorno con video/articolo

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/salerno/notizie/economia/2014/10-marzo-2014/rodriquez-guardo-interesseall-autoproduzione-giovani-2224191513565.shtml