2013-Salerno

Venerdì 20 Settembre, a Salerno presso la show-room di Antonio Mainardi sarà
Inaugurata la Mostra “Filippo Alison, un viaggio tra le forme”

2013-09 Locandina Salerno

che durerà per tutto il mese di settembre: l’allestimento a cura di Marcello Panza, accompagnerà i visitatori in quello stesso viaggio di cui ci parla il titolo del bel volume edito da Skira. Durante la serata Vanni Pasca, Rodrigo Rodriquez e Angelo Trimarco, condotti da Antonio Lubrano, racconteranno di Alison, ciascuno secondo un’angolazione diversa, evocando gli anni d’oro del design italiano.

Il libro “Filippo Alison, Un viaggio tra le forme” ed. SKIRA è stato presentato Mercoledì 22 Maggio scorso, nel Teatro Agorà de la Triennale di Milano.
2013-09 invito Triennale

“Il libro contiene cinque scritti e ventitré testimonianze che Maura Santoro la colta, amorevole moglie di Filippo ha suscitato e raccolto e che raccontano, da prospettive e in stili diversi, la vita e le opere di Filippo Alison, tra cui spicca la collezione de I Maestri che egli ha curato per Cassina.
Gli scritti sono di Domenico De Masi, François Burkhardt, Renato de Fusco, Gennaro Postiglione, Nicola Flora, Paolo Giardiello; a questi testi, scritti ad hoc, sono stati opportunamente aggiunti tre testi di Giovanni Klaus Koenig pubblicati a suo tempo su Casabella e su l’Europeo.
Le testimonianze sono di Gabriella Belli, Andrea Branzi, Giampiero Brogi Renato Carpentieri, Franco e Maria cembalo, le Clarisse del Monastero di Santa Chiara, Bruno Del Priore, Salvatore Ferrari, Giuliano Glesleri, Mimmo Jodice, Antonio Lubrano, Flavio Maestrimi, Antonio Mainardi, Mario Marenco, Franco Moschini, Vincenzo e Maria Sole Oste, Gianni Ottolini, Pernette Barsac Perriand, Pamela Robertson, Rodrigo Rodriquez, Lino Sabattini, Stefano Stingo, Paolo Vuilleumier: i “compagni di viaggio” di Filippo.
Insolita atmosfera, in questa presentazione: l’argomento del libro, Filippo Alison, era là presente, tra noi, e con noi ha anche dialogato, inserendo suoi brevi, sorridenti commenti, agli interventi di Gianluca Armento, Andrea Branzi, Enrico Morteo, Vanni Pasca, e del sottoscritto. Ed era tangibile la componente di amicizia, di affetto, di commozione austera e condivisa. Una circostanza importante: nel 1973, dunque quarant’anni or sono, proprio in Triennale, ebbe luogo la prima mostra de “Le Sedie di Charles Rennie Mackintosh”; confesso che, per un momento, ho sentito che il Maestro scozzese era, anche lui, con noi”
.

Rodrigo Rodriquez

Video della serata in Triennale del 22 maggio 2013